Loading

Kundalini Yoga – Per saperne di più

KUNDALINI YOGA

 “Questo non è lo Yoga che si pratica in solitudine in cima a una montagna e fuori dalla realtà, è stato insegnato per la gente che lavora, che ha una famiglia e che è sottoposta agli stress di ogni giorno: nel mondo moderno in cui viviamo c’è una tremenda pressione, silenziosa ma precisa che ci sconvolge e ci possiede, a tal punto che non sappiamo se siamo reali o non reali”. – Yogi Bhajan

Il termine Kundalini deriva dal Sanscrito Kundal = ricciolo dell’amato, con riferimento all’energia Kundalini (un serpente arrotolato tre volte e mezzo su se stesso, che giace dormiente alla base della colonna vertebrale) e da ini che indica la connotazione femminile di tale energia (l’energia divina personificata, rappresentata dalla Shakti).

L’energia Kundalini è quindi l’energia sacra della creazione che risiede all’interno di ogni individuo dalla nascita, costituendo il potenziale divino (infinito) di ognuno.

Il termine Yoga significa unione, ovvero equilibrio degli opposti, riconciliazione e completamento, in sintesi unione della coscienza dell’unità individuale con la Coscienza Infinita.

Da secoli lo Yoga viene utilizzato come terapia per un ampio numero di patologie fisiche e per educare la mente.
La pratica costante aiuta a trasformare le debolezze e i limiti fisici e mentali in punti di forza.

Il Kundalini Yoga, come lo conosciamo oggi, è stato diffuso in Occidente da Yogi Bhajan, un grande Maestro che ha strutturato un metodo chiaro, di facile fruizione e molto pratico, in modo che chiunque possa godere dei suoi benefici e possa applicarlo nel quotidiano.
Il Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan® è la tecnologia, la scienza e l’arte che permette di risvegliare e accedere alla propria forza creativa innata, di esprimerla e realizzarla nella vita quotidiana.
È la scienza universale e aconfessionale della mente e del corpo, che genera benessere fisico ed eleva lo spirito.
E’ una scienza sacra che combina forma, respirazione, movimento, meditazione, rilassamento. E’ l’arte della sequenza, del ritmo e del suono.

E’ lo Yoga della consapevolezza.
Il Kundalini Yoga aiuta a ritrovare vitalità e benessere e può essere praticato da chiunque.
Essendo rivolto all’elevazione della coscienza, lavora in maniera profonda sul radicamento e sulla stabilità personali, migliorando la salute fisica, mentale ed emotiva, attuando un processo di autoguarigione, che è l’essenza stessa dello yoga.
È lo stile ideale per persone che vogliono sperimentare il benessere derivato dall’esercizio fisico, unito ai benefici a lungo termine dati da una coscienza rilassata ed elevata.

Il suo potere deriva dal liberare quel potenziale, tradizionalmente chiamato Kundalini, quella riserva di energia latente (rappresenta dal serpente addormentato e attorcigliato alla base della colonna vertebrale).
E’ un potenziale generalmente non sfruttato, addormentato, che risvegliato e fatto risalire lungo la colonna, attiva i nostri chakra, riequilibrandoli a un livello di coscienza più alto.

Essendo uno yoga principalmente energetico, nonostante molte tecniche coinvolgano il fisico anche in maniera importante, l’enfasi non è posta sulla precisione delle posizioni che vengono assunte per favorire la circolazione dell’energia o la stimolazione di precisi punti magnetici: il benessere, la scioltezza e la vigorosità del corpo sono, in qualche modo, un effetto secondario dell’influsso dell’energia ben stimolata.

Il Kundalini Yoga consiste di kriya basati su asana attive e passive, pranayama e meditazioni indirizzati all’intero sistema corporeo (sistema nervoso, ghiandolare, facoltà mentali, chakra) per sviluppare consapevolezza, coscienza e forza spirituale. – Yogi Bhajan

Il Kundalini Yoga è la più potente e completa fra tutte le discipline yogiche, perché usa una varietà di metodi per facilitare la connessione del praticante al proprio Sé Superiore.

Le tecniche utilizzate sono:

  • Asana (posizioni statiche o dinamiche) – strutturate nei kriya che sono sequenze di esercizi specifici, mirate a risultati e benefici precisi con lo scopo di
    aumentare la flessibilità corporea, la forza fisica, l’equilibrio e la propriocezione. Il Kriya è poi seguito da una fase di rilassamento (un esercizio yoga a pieno titolo) che permette di integrare gli effetti della pratica precedente;
  • Pranayama (controllo del respiro) – per migliorare la funzionalità cerebrale e degli organi interni, stimolare la circolazione venosa e linfatica, aumentare l’ossigenazione dei tessuti e regolarizzare la pressione sanguigna;
  • Mudra(posizioni delle mani e delle dita) – agiscono sulla neuroplasticità del cervello contribuendo alla guarigione;
  • Mantra(antichi “suoni”, raggruppati in semplici sillabe o parole più complesse, che formano vere e proprie formule sonore) – finalizzati a dare una direzione alla mente, a calmarla e a modificarne la consapevolezza e la struttura in profondità nonché la chimica del cervello. L’effetto è generato non solo dal significato dei suoni, ma soprattutto dalla stimolazione di punti della bocca che attivano aree specifiche del sistema nervoso;
  • Dhyanao Meditazione – un processo che aiuta a integrare le proprie facoltà mentali, aumentare la consapevolezza e l’intuizione. Insegna a rivolgere l’attenzione all’interno di sé per raggiungere equilibrio e centratura.
    Meditare non è altro che pulire la mente, fino a rendere la nostra finestra completamente trasparente, ad arrivare a Shunnyia, il vuoto.
    Il tuo potere, come persona, sta in questa capacità di ascoltare la tua mente e metterti al comando sulla tua mente senza esserne continuamente distratto e agganciato.” (Yogi Bhajan); 
  • Drishti(sguardo focalizzato) – dirige il prana nel corpo.

 

Benefici
I benefici di una pratica regolare si riflettono a livello psico-fisico.

Fisico:
– maggiore flessibilità
– diminuzione o scomparsa di dolori
– miglioramento della postura
– miglioramento della capacità polmonare, del drenaggio linfatico
– miglioramento del funzionamento del sistema immunitario e circolatorio
– rinvigorimento dei sistemi nervoso centrale e periferico, digestivo, linfatico e intestinale
– depurazione e fortificazione dei tessuti e degli organi
– bilanciamento del sistema ghiandolare
– aumento della vitalità e della forza

Psiche:
– rilassamento profondo
– maggiore equilibrio emozionale
– maggiore lucidità e presenza
– aumento dell’intuito e della consapevolezza
– diminuzione dello stress e dell’ansia
– maggiore autocontrollo
– risoluzione di conflitti interiori
– miglioramento della disciplina
– aumento della tranquillità
– eliminazione di cattive abitudini

Con una pratica regolare il corpo e il respiro si rinforzano, la postura e la capacità polmonare migliorano, così come le funzioni intestinali, il drenaggio linfatico, e i sistemi dell’organismo (immunitario, cardiovascolare, endocrino, nervoso, digerente).
Si ottiene uno stato di maggiore autocontrollo e disciplina di sé, incremento della vitalità, pace mentale, stabilità emotiva, migliore concentrazione e profonda calma interiore, e si riesce a far fronte a situazioni di stress, cambiamento o conflitto in modo più creativo e meno reattivo.

 

Nello specifico

BENEFICI DEL KUNDALINI YOGA 

  • ATTIVARE L’ENERGIA (ANGOLI E TRIANGOLI)
    Yogi Bhajan dice: “Il Kundalini Yoga è la scienza degli angoli e dei triangoli”. Ogni posizione ad angolo che assumiamo con il nostro corpo ha un effetto energetico corrispondente, perché i muscoli fanno pressione su specifiche parti del corpo.
  • RINFORZARE IL SISTEMA NERVOSO
    Sappiamo che i nervi crescono costantemente e cambiano sia nel loro destino di connessione che nella sofisticazione degli schemi con cui si interconnettono. Il Kundalini yoga dà una consapevolezza maggiore dei processi interni del corpo e aiuta a migliorare il funzionamento dei nervi.
  • ALLUNGARE E FORMARE I MUSCOLI
    Ogni muscolo che non è usato regolarmente, anche se solo per un periodo di pochi giorni, comincia ad atrofizzarsi. Il Kundalini yoga è una forma di esercizio completa che aiuta a mantenere la forza muscolare e l’elasticità del corpo.
    Essendoci poi una connessione tra i muscoli e i meridiani o nadi, se il muscolo è forte, anche il meridiano connesso sarà sano ed energetico.
  • STIMOLARE LA CIRCOLAZIONE (sanguigna ed endocrina)
    Grazie al ritmo cardiaco stimolato durante la pratica e al massaggio interno di tessuti e organi, il Kundalini yoga accresce la circolazione del sangue, della linfa e di altri fluidi corporei.
    Le ghiandole endocrine, i guardiani della salute, non hanno muscoli per mandare i loro prodotti nel sangue. Praticando yoga, vengono massaggiate, svuotate e mantenute vitali. Inoltre, la respirazione ritmica e l’effetto della vibrazione dei mantra, stimolato l’ipotalamo (la base primaria del cervello).
  • PURIFICARE I TESSUTI
    Acido urico, cristalli di calcio e molti altri scarti si accumulano nei tessuti e nelle articolazioni, rendendoci rigidi e causando molte malattie. Nel Kundalini Yoga l’allungamento dei muscoli e il massaggio interno, rimette in circolo gli scarti in modo tale che i polmoni, l’intestino, i reni e la pelle siano capaci di espellerli.
  • RISVEGLIARE L’ENERGIA VITALE (I CHAKRA E I DIECI CORPI)
    La comprensione dei chakra e dei Dieci Corpi, la loro attivazione ed equilibratura, e di come la pratica di kriya, pranayam e meditazione li influenzi, è forse la spiegazione più completa degli effetti del Kundalini Yoga.